logosolco

Glossario

Il Glossario del Tirocinio di Orientamento, Formazione e Inserimento lavorativo

Il glossario che segue presenta i termini in ordine alfabetico. Le parole sottolineate rimandano alla consultazione della definizione del termine indicato.

Search for glossary terms (regular expression allowed)
Inizia con Contiene Termine esatto
Termine Definizione
Soggetto/Ente Promotore

Per Ente Promotore si intende la struttura che si occupa della progettazione del Tirocinio, del suo avviamento e del monitoraggio dello stesso, assumendosi le responsabilità conferite al ruolo. In particolare, la legge definisce con precisione le tipologie di enti che si possono fare promotori di percorsi di Tirocinio (art. 2 DM 142):

  • Servizi per l’impiego provinciali
  • Università e istituti di istruzione universitaria
  • Provveditorato agli studi
  • Scuole statali e non statali che rilasciano tutoli di studio con valore legale
  • Centri pubblici di formazione e di orientamento
  • Comunità terapeutiche e cooperative sociali
  • Centri pubblici e privati di formazione professionale e orientamento
  • Comunità terapeutiche, cooperative sociali purché iscritti negli specifici albi regionali
  • Servizi di inserimento lavorativo per disabili
Soggetto/Ente/Aziende Ospitanti

I Soggetti o Enti ospitanti sono le aziende e i datori di lavoro che si assumono l’impegno, formalizzato da una Convenzione tra l’Ente Promotore e l’azienda stessa, di “ospitare” per un determinato periodo di tempo una persona che opera all’interno dei processi produttivi, seguendo un percorso di formazione sul campo, volto al raggiungimento di obiettivi condivisi.
Possono ospitare Tirocini tutti i datori di lavoro pubblici e privati. Il Tirocinante può essere inserito in qualsiasi settore aziendale, ricoprendo qualsiasi mansione in relazione all’incrocio tra disponibilità dell’azienda e progetto del Tirocinante. All’azienda spetta dunque il compito di garantire all’utente la formazione professionale stabilita secondo gli accordi stipulati, nel rispetto della normativa che regola i percorsi di Tirocinio. In particolare deve:

  • agevolare l’esperienza degli Stagisti/Tirocinanti nei luoghi di lavoro, fornendo loro tutte le informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività dell’impresa
  • rispettare la normativa antinfortunistica e di igiene sul lavoro
  • designare il Tutor aziendale come persona incaricata di seguire lo Stagista/Tirocinante e di verificare il corretto andamento del Tirocinio
  • informare tempestivamente l’Ente Promotore di eventuali incidenti che possano coinvolgerlo

La normativa fissa i seguenti limiti al numero di Tirocinanti che possono essere contemporaneamente presenti in un'azienda, in funzione ai dipendenti dell’azienda stessa:

  • non più di 5 dipendenti a tempo indeterminato: n°1 (e 0 fa numero)
  • tra 6 e 19 dipendenti a tempo indeterminato: n°2 al contempo
  • con più di 20 dipendenti a tempo indeterminato: max 10% dei dipendenti e nello specifico:
    • Aziende con 20 dipendenti: 3 Tirocinanti/Stagisti
    • Aziende con 21/30: 3 Tirocinanti/Stagisti
    • Aziende con 21/30: 3 Tirocinanti/Stagisti

Nel caso di aziende stagionali del settore turismo, il calcolo è effettuato anche sui dipendenti a tempo determinato, purché tale rapporto di lavoro sia superiore alla durata del Tirocinio e si concluda dopo il Tirocinio stesso.

Stage

Per Stage si indica una modalità formativa che si realizza in ambiente di lavoro e attraverso un’attività lavorativa “protetta” di limitata durata, modalità ampiamente sperimentata nei percorsi di alternanza tra formazione e lavoro. Lo Stage si differenzia dal Tirocinio poiché prevede obbligatoriamente una fase di formazione teorica che affianca il momento di apprendimento pratico in azienda.
La differenza sostanziale tra Stage e Tirocinio è definita all’interno della Circolare n. 52 del 9/07/1999: “Con riferimento agli Stages effettuati presso le aziende da giovani che svolgono attività di formazione professionale nell’ambito di progetti cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo, si precisa che gli stessi non rientrano nel campo di applicazione del Decreto ministeriale 25/03/1998 n. 142, recante norme sui Tirocini formativi e di orientamento. Ciò dal momento che lo Stage, in ambito corsuale, costituisce un modulo, peraltro di durata assai limitata, di un più articolato percorso formativo volto a sperimentare una fase di alternanza tra teoria e pratica”.

Questo sito utilizza i cookie tecnici per il proprio corretto funzionamento e cookie di terze parti per l'implementazione di alcune funzionalità esterne. Navigando le pagine del sito o cliccando su 'OK' acconsenti all'impiego dei cookie.

Leggi l'informativa completa